Esiste un giusto modo per essere leader?

Ti sei mai chiesto come puoi essere un buon leader per i tuoi collaboratori?
Ce lo domandiamo sempre più spesso perché la performance si ottiene se le persone sono motivate.
Ma esiste un GIUSTO MODO per essere leader? Oppure non è forse meglio adattare il nostro stile di leadership a ciò che motiva il collaboratore? Spesso infatti agiamo secondo ciò che motiva noi stessi, dimenticando che ogni persona è differente e va motivata in modo specifico.
Ciò che ci sfida ogni giorno è ottenere comportamenti e azioni adeguate da ogni tipologia di collaboratore. Ricorda che ciò che motiva una persona può essere causa di stress per un’altra.
Di seguito vorrei darti 4 consigli per motivare al meglio i tuoi collaboratori, in base al loro stile comportamentale prevalente: Dominante, Influente, Stabile, Cauto.

Image


Come motivare un collaboratore con un alto fattore
 DOMINANTE?

Per motivare un collaboratore Dominante, per esempio, devi cercare di presentargli nuove opportunità e sfide. È importante che gli obiettivi siano chiari, ma spiegati in modo sintetico perché mentre tu parli, lui è già orientato all’azione e ai risultati.

RICORDA: lascia che la persona Dominante abbia autonomia nel raggiungere gli obiettivi, ma fissali con chiarezza. La persona Dominante ha bisogno di decidere in autonomia come raggiungere gli scopi senza avere regole prefissate. Potrai vedergli raggiungere i risultati attesi, perché per lui è motivante e incentivante la sfida rappresentata dagli obiettivi da conseguire.

Image


Come motivare un collaboratore con
 INFLUENTE?

Alla persona Influente ti consiglio di dare l’opportunità di lavorare in  gruppo,  in particolare quando è necessario generare idee e creatività, potrebbe rivelarsi  il tuo fiore all’occhiello. Inoltre, lui sarà orientato a far sì che il clima di lavoro sia ottimale.

RICORDA: di dare feedback positivi a questo collaboratore anche nel lavoro quotidiano (“ottimo lavoro”, “bene così”…). Le persone con un alto fattore Influente hanno bisogno, oltre che di sapere dove sono, di essere lodati per ciò che fanno.

Image


Come motivare un collaboratore
 STABILE?

Queste persone sono naturalmente capaci di aiutare gli altri. Le persone Stabili non si pongono alla guida di un gruppo, ma si attivano in un gruppo quando possono dare e ricevere supporto.

RICORDATI: Con il collaboratore Stabile chiarisci bene gli obiettivi e i termini dell’azione. Per le persone Stabili è importante che la propria area di responsabilità e di autorità sia chiaramente definita. Se l’ambiente di lavoro è strutturato e l’atmosfera è armoniosa potrai certamente ottenere grandissima motivazione dalle persone Stabili.

Image


Come motivare un collaboratore
 CAUTO?

Dai al collaboratore Cauto la possibilità di mantenere i suoi standard di qualità anche nel lavoro quotidiano lasciando a lui i il controllo della qualità della performance.

RICORDATI: consenti a queste persone di avere tempo di prendere le decisioni. Loro spesso devono valutare tutti i dettagli. Ricordati anche di lodarli per la loro precisione e accuratezza.

PER RIASSUMERE: Alle volte ci sembra che basti una pacca sulla spalla per incoraggiare le persone, ma la realtà è molto differente. Fai molta attenzione al comportamento dei tuoi collaboratori e quali sono le motivazioni che li guidano e cosa è importante per loro: autonomia, successo, supporto, coscienziosità.

Adatta il tuo stile di leadership e dai a ciascun membro dello staff ciò di cui ha bisogno per perseguire obiettivi eccellenti!

Giancarla Donati

Senior consultant e trainer
Emme Delta – persolog italy

Clicca sull’immagine qui a fianco se sei interessato a conoscere e approfondire il modello D-I-S-C persolog®, i prodotti e le applicazioni.

modello DISC

Per informazioni e approfondimenti non esitare a contattarci:

persolog italy- Emme Delta Consulting Srl  |  059 2928014  | persolog-italy@emmedelta.it

www.persolog.it