Readiness Industria 4.0

COMPETENZE E INNOVAZIONE: IL CASO DALLARA

Nell’industria 4.0 le competenze tecnico- specialistiche, indispensabili all’ingresso e allo sviluppo delle aziende, rischieranno di invecchiare velocemente. Su quali competenze investire?  Come selezionare e sviluppare il potenziale necessario per innovare e creare valore aggiunto?

Questo è il tema su cui si sono confrontati gli esponenti di alcune imprese del territorio emiliano nel corso dell’evento promosso da Cisita Parma e  tenutosi lo scorso lunedì 5 Novembre presso la nuova struttura Dallara Academy. Uno spazio aperto al territorio, multifunzionale che ospita laboratori didattici, per i ragazzi delle scuole primarie, un museo Dallara, e le aule del corso di laurea magistrale in Racing Car Design dell’università interateneo MUNER – Motorvehicle University of Emilia Romagna- promossa da Dallara e da altre realtà aziendali importanti della Motor Valley.

L’evento ha visto la partecipazione di FutureSkill, Dallara Group ed Emme Delta Consulting, che ha presentato il modello D-I-S-C per la selezione e lo sviluppo delle persone nelle organizzazioni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Rispetto allo sviluppo delle persone, la vera sfida che le imprese dell’industria 4.0 si trovano ad affrontare oggi,  è quella di formare dei professionisti in grado di utilizzare sia le conoscenze tecnico-specialistiche che comportamentali, le cosiddette soft skills, adatte al contesto aziendale di riferimento.

In questo senso, il persolog® Personal Profile, basato sul modello D-I-S-C,  rappresenta un valido strumento di supporto alle organizzazioni nella ricerca e valorizzazione del capitale umano presente in azienda. Si tratta di uno strumento di self assessment, che permette di analizzare il proprio stile comportamentale e, al contempo, comprendere gli altri stili, i propri e altrui punti di forza, nonché le aree di miglioramento necessarie creare valore per l’organizzazione.
Trovare persone con tratti comportamentali in grado di inserirsi all’interno di un determinato contesto lavorativo è ciò che permette all’azienda di sviluppare processi di innovazione che generano valore aggiunto nel futuro.

Questa è la strategia adottata da Dallara, la quale utilizza da più di 10 anni all’interno dei propri processi organizzativi non solo il modello D-I-S-C, ma anche sistemi di lettura e sviluppo delle attitudini e di valutazione delle performance allineate con i sistemi retributivi all’interno di un modello di business innovativo.

In definitiva, la vera sfida dell’industria 4.0 è quella di reperire, sviluppare e trattenere talenti capaci di adattarsi al contesto lavorativo e al modello di business aziendale affinchè portino conoscenza all’impresa, creando così un valore aggiunto in un contesto in continua evoluzione come quello attuale

La capacità di integrare business e persone rappresenta la chiave del successo delle imprese e genera valore aggiunto.